Sai come fare un ditalino?

In questa guida voglio mostrarvi alcune tecniche molto potenti con le quali è possibile avere orgasmi incredibili utilizzando le vostre dita. (Anche i ragazzi dovrebbero leggerlo per imparare diverse cosette su come accontentare le donne… quindi se sei un ragazzo leggi attentamente!)

 

punto-g

Ho strutturato l’articolo con molta attenzione in modo di cercare di dargli la massima importanza. In primo luogo ho intenzione di spiegarti come entrare nel mood giusto per farle provare la massima eccitazione. Successivamente vi spiegherò le varie tecniche da seguire. Mi raccomando leggete tutto e non saltate nessun pezzo.

Ambiente e mood

Voglio subito andare al sodo e prima di tutto voglio dirvi la cosa importante “entrare nello spirito”. Non saltare questa parte perché se non riesci a sintonizzarti sullo spirito giusto qualsiasi tecnica utilizzerai non funzionerà non darà nessun risultato, è necessario creare il giusto ambiente per poi procedere verso l’orgasmo.

Relax Farla sentire rilassata e senza stress è la cosa di primaria importanza. Avete mai notato che quando sei stressata ed affaticata può essere difficile eccitarsi e sentirsi sexy? È un dato di fatto quindi non te ne dimenticare!

Privacy Un altra cosa molto importante è avere un posto tranquillo dove si è sicuri di non essere disturbati. Per molte persone magari questa è la camera da letto ma se si condivide la stanza con qualcun altro allora potrebbe essere necessario usare il bagno o la doccia come luogo privato dove provare queste tecniche.

Atmosfera non è importante eccitare solo il corpo ma serve eccitare anche la mente, per avere un orgasmo queste due cose vanno di pari passo. Eccitare il corpo però è molto più semplice: toccate e accarezzate, baciate, stimolate le zone erogene e magari usate un vibratore.

Invece per attivare psicologicamente il cervello sono necessarie altre attività come:

  • utilizzare incenso
  • accendere candele
  • guardare del porno
  • ascoltare musica
  • leggere storie d’amore / erotiche

 

La cosa importante è scoprire e poi usarlo per aiutarti ad eccitarti, ognuno ha le sue fantasie che lo aiutano ad entrare in intimità con il proprio corpo e con la propria mente. Qual’è la tua?

1. Tecnica di base

Nota: assicurati di tagliare e curare le unghie così da evitare incidenti.

Una volta che hai trovato una posizione comoda puoi iniziare! Inizia toccando il seno, continua a scendere fino allo stomaco e poi giù ancora verso il clitoride.

vagina

Stimolate il clitoride utilizzando un solo dito, sarete in grado di sentire le pieghe carnose di pelle su entrambi i lati della vagina. Queste sono le labbra!

Per essere ancora più scientifici: la piega esterna su ciascun lato è detto “grandi labbra” che sono più grandi ed evidenti. Mentre la piega interna della pelle è chiamata “piccole labbra” ed è molto più sottile e ‘sciolto’. Molte donne quando iniziamo a toccare le labbra iniziano a bagnarsi ed a lubrificarsi, ed inizia il processo di “accensione” dell’orgasmo.

Il dito viene ricoperto da questo lubrificante naturale ed adesso potete iniziare a premere lentamente la punta dentro e fuori dalla vagina per sentire cosa si prova. Premendo il dito dentro e fuori otterremo ancora più lubrificazione che consentirà di scorrere ancora più facilmente e sempre più in profondità nella vagina. Lentamente passate la punta del dito più lungo all’interno delle pareti della vagina e fate attenzione a quale lato vi farà provare più piacere.

Non c’è un “modo giusto” di farlo, devi capire come reagisci. Quello che per noi è più piacevole magari per un altra non dà soddisfazione. Quindi concentratevi sui movimenti che vi fanno provare più emozioni e non su quelli canonici preoccupandoti degli “standard”.

Inoltre provate anche le varie profondità, farsi un ditalino deve avere come scopo quello di provare il maggior piacere possibile. Ma se non lo avete mai fatto dovete sperimentare cosa vi piace di più.

Ora impara altre tecniche davvero divertenti 😉

Breve nota: se vedete che non c’è una produzione naturale di lubrificante assicuratevi di usarne uno esterno come l’olio di cocco.

2. Ditalino, il punto G

Quando usi le dita all’interno della vagina e premendo sulle varie parti noterai che alcune fanno provare sensazioni più piacevoli. Se fate scivolare la mano verso il vostro stomaco e poi porti il dito verso te stessa all’indietro, premendo contro la parete superiore della vagina (come nello schema sotto) ecco è li che si trova il punto G.

Riconoscerete il punto G perchè quando si preme e si strofina lo sentirai come il palato della bocca. Alcuni lo descrivono addirittura come un lampone bagnato. In altre parole sentirai morbido con piccole creste. Prova a concentrarti sul punto G per alcuni orgasmi molto intensi.

 

 

ditalino-punto-g

Ci sono diverse tecniche di massaggio del punto G da utilizzare per fare squirting però prima di passare a queste tecniche avanzate ecco due tecniche più rapide:

  1. il punto g sarà impossibile da trovare se non siamo “accesi” Se hai problemi a trovare il punto G, prima devi fare uno step di eccitazione.
  2. Osservando il diagramma potete notare che il punto g è proprio accanto alla vescica. Questo diventa un problema perché potresti provare la sensazione di dover fare la pipì quando viene stimolato. Quindi se sentite il bisogno di fare la pipì durante il ditalino non preoccupatevi è assolutamente normale.

Ora che ci sono le basi possiamo continuare la lettura per capire come procedere nel ditalino perfetto.

3. Pressione

Questa tecnica funziona molto bene se si hanno difficoltà ad avere orgasmi vaginali e orgasmi dovuti alla stimolazione del punto g. Il problema che coinvolge diverse donne è che non c’è abbastanza pressione sul loro punto G durante il sesso o durante il ditalino. La soluzione è molto semplice, non vi resta che premere per creare pressione sul punto G.

 

how-to-finger-yourself-g-spot

Nella figura sopra si può chiaramente vedere che si tratta di un pene all’interno della vagina, invece della vostra mano. Il disegno è fatto così perchè è una tecnica che può essere utilizzata anche durante il sesso se si hanno problemi a raggiungere l’orgasmo.

Quindi fate come nella figura ed usate la mano che non state utilizzando per il ditalino per spingere dolcemente la parte bassa del ventre fino a quando non sentite più pressione sul punto G. Lo noterai subito perchè aumenterà notevolmente il piacere che proverai.

4. Ditalino da dietro

Un altro modo per fare un ditalino è da dietro. Mettete la mano verso la parte bassa della schiena sopra l’ano e poi nella vagina. Dopo aver inserito il dito nella tua vagina arricciate all’indietro e questa volta stimolate il lato opposto della vagina rispettoal punto G. Mentre alcune persone hanno riferito di godere di più con questa tecnica altre dicono che non ci si avvicina nemmeno lontanamente alla soddisfazione provata con la stimolazione del punto G.

 

5. Raddoppiare il divertimento

Quest’ultima tecnica per fare ditalini è la migliore quando si prova difficoltà ad arrivare all’orgasmo mentre ci si masturba. Richiede l’utilizzo di entrambe le mani.

g-spot-clitoris-masturbation-cross-section

La tua prima mano stimola il punto G come ho già descritto sopra, invece l’altra mano si occuperà del clitoride di sfregarlo, massaggiarlo ed accarezzarlo. Tecnica molto semplice ma che porta ad un orgasmo inevitabile!

Considerazioni finali

Come avete potuto leggere da questo articolo farsi ditalini è piuttosto semplice e lineare. Ho avuto anche feedback positivi da coloro che hanno provato queste tecniche. Vi consiglio vivamente di esplorare e di provare, trovate le vostre tecniche preferite. Dopo tutto il mondo è vario ed è bello perché è così. Quindi divertitevi e buon orgasmo.

 

Loading Facebook Comments ...